Istituto Giapponese di Cultura

ISTITUTO GIAPPONESE DI CULTURA

INFORMAZIONI

Indirizzo/Address via Antonio Gramsci 74, 00197 Roma

Telefono/Phone 06 3224754-94

Direttore/Director Fumio Matsunaga

Addetto culturale/Cultural Activities Kazuko Yoshida

Link www.jfroma.it


L’Istituto Giapponese di Cultura sorge a Roma nella zona di Valle Giulia, di fronte alla Facoltà di Architettura e vicino alla Galleria Nazionale d’Arte Moderna.  Svolge una duplice tipologia di attività: la prima consiste nell’organizzare e attuare una sua programmazione che si traduce in manifestazioni culturali per una migliore conoscenza della cultura giapponese, come mostre, conferenze, concerti, proiezioni cinematografiche, spettacoli teatrali, ecc. La seconda è volta a coordinare ed ad assistere i programmi della Japan Foundation, a raccogliere informazioni e dati.

L’Istituto Giapponese di Cultura offre: corsi di lingua articolati in quattro anni di apprendimento graduale della lingua parlata e scritta con l’ausilio di un moderno laboratorio linguistico e di mezzi audiovisivi; una biblioteca con oltre 32.000 volumi e più di cento riviste, una raccolta di circa 2.500 microfilm e microfiche contenenti tesi di dottorato delle università statunitensi, una collezione di musica tradizionale e moderna giapponese oltre a documentari sulle tradizioni giapponesi.

……………………………………………

The Japanese Cultural Institute is situated in Rome’s Valle Giulia neighbourhood, opposite the Faculty of Architecture and near to the Galleria Nazionale d’Arte Moderna. It carries out two types of activity: the first involves organising and running a rich programme of cultural events to diffuse knowledge of Japanese culture. The second involves coordinating and supporting the programmes of the Japan Foundation and collecting information and data and carrying out surveys to assist the Foundation in planning its many activities in Italy.

The Japanese Cultural Institute offers: language courses involving four years learning the Japanese written and spoken language with the help of a modern language laboratory and audiovisual equipment; a library with over 32,000 volumes and over a hundred periodicals, a collection of around 2,500 microfilms and microfiches containing master theses from American universities, a collection of both traditional and modern Japanese music as well as documentaries on Japanese traditions.