jump to navigation

Istituto Giapponese di Cultura

INFORMAZIONI
Indirizzo/Address
Via Antonio Gramsci 74 00197 Roma
Telefono/Phone
06.3224754
Fax
06.3222165
Board

Direttore/Director
Fumio MATSUNAGA
Vice Direttore
Atsuko Sato
Segr. Generale
Kenjiro ABE
Addetto Artistico
Eriko Sugimoto
Link
www.jfroma.it
info@jfroma.it
IN PRIMO PIANO
Servizi/Utilities
Biblioteca
Cineteca
Attività/Activities
Corsi di lingua giapponese
Conferenze
Mostre
Rassegne cinematografiche
Concerti
Spettacoli
Eventi
L’Istituto Giapponese di Cultura sorge a Roma nella zona di Valle Giulia, di fronte alla Facoltà di Architettura e vicino alla Galleria Nazionale d’Arte Moderna. L’iniziativa dell’edificazione di un Istituto di cultura da parte del governo giapponese risale ad alcuni anni prima della guerra, ma solo nel 1954 fu concluso l’Accordo Culturale tra Italia e Giappone e il 12 dicembre 1962, venne ufficialmente inaugurato l’Istituto Giapponese di Cultura, primo nel suo genere all’estero. Dipende dalla Japan Foundation, ente ad amministrazione indipendente con una ventina di sedi estere.L’edificio è opera dell’architetto Isoya Yoshida (1894-1975), che pur servendosi del cemento armato, si è avvalso di tutte le caratteristiche dell’originale edificio di legno del periodo Heian (IX-XII sec.): vi abbondano le superfici di legno, i rivestimenti parietali di stoffa, superfici in oro, e i caratteristici shôji, porte scorrevoli di carta giapponese. Il giardino è stato realizzato dal noto architetto Ken Nakajima su un terreno in concessione dal Comune di Roma. Vi compaiono tutti gli elementi essenziali e tradizionali del giardino di stile sen’en – giardino con laghetto, una leggera cascata, le rocce, le piccole isole, il ponticello e la lampada di pietra, tôrô. La veranda, tsuridono, che si protrae sul laghetto è uno dei migliori punti per godere la vista del giardino. Tra le piante presenti si trovano il ciliegio, il glicine, gli iris e i pini nani. Si può visitare in primavera e autunno (date e orari consultabili sul sito internet). L’Istituto Giapponese di Cultura in Roma svolge una duplice tipologia di attività: la prima consiste nell’organizzare e attuare una sua programmazione che si traduce in molteplici manifestazioni culturali per una migliore conoscenza della cultura giapponese, come mostre, conferenze, concerti, proiezioni cinematografiche, spettacoli teatrali, collaborazioni con enti ed istituzioni in Italia, corsi di lingua giapponese, biblioteca con relativi servizi. La seconda è volta a coordinare ed ad assistere i programmi della Japan Foundation, a raccogliere informazioni e dati e a condurre indagini per consentire una migliore opera di programmazione da parte della Japan Foundation per le sue molteplici attività in Italia. La peculiarità della cultura giapponese sta appunto nella coesistenza della cultura tradizionale e di quella di un paese moderno.

L’Istituto Giapponese di Cultura offre: corsi di lingua articolati in quattro anni di apprendimento graduale della lingua parlata e scritta con l’ausilio di un moderno laboratorio linguistico e di mezzi audiovisivi; una biblioteca con oltre 32.000 volumi e più di cento riviste, una raccolta di circa 2.500 microfilm e microfiche contenenti tesi di dottorato delle università statunitensi, una collezione di musica tradizionale e moderna giapponese oltre a documentari sulle tradizioni giapponesi.

null null
JAPANESE CULTURAL INSTITUTE

The Japanese Cultural Institute is situated in Rome’s Valle Giulia neighbourhood, opposite the Faculty of Architecture and near to the Galleria Nazionale d’Arte Moderna. The Japanese government decided to build a cultural institute some years prior to the outbreak of the war but it was not until 1954 that the Cultural Agreement was drawn up between Italy and Japan; on 12 December 1962 the Japanese Cultural Institute was inaugurated, the first institute of this kind to be built outside of Japan. It is run by the Japan Foundation, an independent body with twenty-odd institutes overseas.The Institute was designed by Isoya Yoshida (1894-1975) who built a building in the style of the traditional wooden buildings from the Heian period (9th-12th century) but using reinforced concrete: there is an abundance of wooden surfaces, fabric wall coverings, gilded surfaces and shoji, the traditional Japanese sliding screens made from rice paper. The garden was landscaped by the celebrated architect Ken Nakajima on a plot granted by the Municipality of Rome. It has all the traditional features of a sen’en style garden – a small garden with a small lake, a little cascade, rocks, small islands, a bridge and a stone lantern, or toro. The pavilion, or tsuri dono, jutting out over the pond is one of the best sites from which to admire the garden. The plants include cherry trees, wisteria, irises and dwarf pines. It can be visited in spring and autumn (for dates and times refer to the Institute’s website).

The Japanese Cultural Institute in Rome carries out two types of activity: the first involves organising and running a rich programme of cultural events to diffuse knowledge of Japanese culture, including exhibitions, conferences, concerts, film, plays, joint-projects with bodies and institutions in Italy, Japanese language courses and a library and library services. The second involves coordinating and supporting the programmes of the Japan Foundation and collecting information and data and carrying out surveys to assist the Foundation in planning its many activities in Italy. The unique character of Japanese culture lies in the co-existence of the traditional culture with that of a modern country.

The Japanese Cultural Institute offers: language courses involving four years learning the Japanese written and spoken language with the help of a modern language laboratory and audiovisual equipment; a library with over 32,000 volumes and over a hundred periodicals, a collection of around 2,500 microfilms and microfiches containing master theses from American universities, a collection of both traditional and modern Japanese music as well as documentaries on Japanese traditions.

Iscriviti

Ricevi al tuo indirizzo email tutti i nuovi post del sito.

Unisciti agli altri 88 follower

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: